Caesar3.it - Forum di discussione

Forum di discussione su Caesar3 et similia
 
IndiceFAQCercaRegistratiLista UtentiGruppiAccedi

Condividere | 
 

 Studiando...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Marcio Sfigato
Consul
Consul
avatar

Vergine Gallo
Numero di messaggi : 2114
Età : 60
Località : Roma
Data d'iscrizione : 17.01.08

MessaggioTitolo: Studiando...   Lun 18 Ago 2008 - 6:13

Ricordo che tempo fa si parlava (non ricordo chi né in quale discussione, così faccio prima ad aprirne una nuova) della difficoltà di riservare il vino soltanto agli isolati patrizi, per evitare sviluppi indesiderati e conseguenti cataclismi. E il problema era serio, in quanto spesso non c'è lo spazio o il modo per evitare che, producendo il vino, questo non vada a finire dove non deve, a costo di costruire tortuosi e pericolosi percorsi alternativi, che magari finiscono per causare altri disagi a mercanti, carrettieri e donne del mercato. Figuratevi dunque il mio stupore quando, andando a guardarmi così, per pura curiosità, una mappa di Lutetia scaricata dal sito, mi sono trovato davanti a degli isolati perfetti, tutti sviluppati ad insulae grandiose, tranquillamente collegati con strade dirette alle fattorie, tra le quali, senza alcun ostacolo, vigneti e industrie vinicole. Eppure nemmeno un'anfora era nei mercati plebei... Come era possibile? Mettendo la mappa a ferro e fuoco ho scoperto l'arcano. Come sapete, il vino viene distribuito alle insulae grandiose dopo la costruzione di Colosseo e case dei leoni. Ma le case dei quartieri in questione, per evolvere a ville piccole, hanno bisogno anche dell'accesso ad una seconda divinità. Ora, è sufficiente che ogni quartiere sia dedicato ad un solo dio, con un paio di templi ciascuno: così con quattro isolati plebei ad insulae grandiose quattro divinità sono soddisfatte, e solo nel quinto, patrizio, ci sono poi tutti i templi necessari. L'importante è garantire comunque l'omogeneità tra gli dei, senza costruire troppo ad uno e meno ad un altro... Non so se qualcuno ci aveva già fatto caso, magari sì, ma mi sembrava interessante raccontarlo.
La strategia in questione, che poi ho visto usata anche in altre mappe dello stesso autore, è di Alberto Barsella, M7-Lutetia-5.zip, e si trova sul sito...

_________________


Prima di chiedere hai fatto una ricerca con la funzione SEARCH?
Prima di postare hai verificato di essere nella rubrica giusta?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
MaG
Moderator
Moderator
avatar

Scorpione Tigre
Numero di messaggi : 3000
Età : 55
Località : Roma
Data d'iscrizione : 01.03.08

MessaggioTitolo: Re: Studiando...   Lun 18 Ago 2008 - 6:44

In effetti ci avevo fatto caso ma non avevo mai applicato il 'trucco' anche perché di patrizi fannulloni ho sempre cercato di fare a meno. In quelle poche mappe dove, per problemi di prosperità, sono stato costretto a farli insediare, ho avuto l'accortezza di non far evolvere le insule in grandiose negando loro un secondo cibo o un terzo divertimento. Questo perché, come hai notato nella mappa di Barsella, anch'io ho sempre collegato tra loro tutti gli isolati senza mai usare portali. Ora però, grazie a qualche scambio di opinioni in questo forum, ho iniziato a settorizzare le mappe ghettizzando la popolazione residente pirat

_________________
(MaG)

__________________________________________________
Prima di chiedere hai fatto una ricerca con la funzione SEARCH?
Prima di postare ha verificato di essere nella rubrica giusta?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Marcio Sfigato
Consul
Consul
avatar

Vergine Gallo
Numero di messaggi : 2114
Età : 60
Località : Roma
Data d'iscrizione : 17.01.08

MessaggioTitolo: Re: Studiando...   Lun 18 Ago 2008 - 7:08

Beh, i patrizi cerco di non averli mai tra le balle nemmeno io, mi stanno piuttosto antipatici... :8_grim.gif: Non per niente voglio fare la voce del rivoluzionario... pirat
Però il problema si pone quando sei costretto a produrre il vino per venderlo o per spedirlo agli avvinazzati di corte...
Comunque io ho sempre abbondato con i portali, mi piacciono, sono utili. Solo recentemente, a Damascus e Sarmizegetusa, ho iniziato a non costruirli, per evitare le tendine "fuori porta" (meno accampamenti abusivi... mah, sarà un segno dei tempi... ) e non far abbassare la prosperità. Devo dire che funziona...

_________________


Prima di chiedere hai fatto una ricerca con la funzione SEARCH?
Prima di postare hai verificato di essere nella rubrica giusta?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
MaG
Moderator
Moderator
avatar

Scorpione Tigre
Numero di messaggi : 3000
Età : 55
Località : Roma
Data d'iscrizione : 01.03.08

MessaggioTitolo: Re: Studiando...   Lun 18 Ago 2008 - 7:30

MAh, come ho già detto i portali hanno fatto il loro ingreso nelle mie mappe solo recentemente e vengono utilizzati sempre con estrema parsimonia. Il loro utilizzo è iniziato quando ho iniziato a 'spiare' le mappe altrui (vedi il tread "Studio delle partite altrui"). Onestamente il loro sfruttamento non mi fa impazzire ma è una tara psicologica causata dalla ricerca del bello piuttosto che del funzionale.

_________________
(MaG)

__________________________________________________
Prima di chiedere hai fatto una ricerca con la funzione SEARCH?
Prima di postare ha verificato di essere nella rubrica giusta?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Luxius
Praetor
Praetor
avatar

Toro Cane
Numero di messaggi : 1093
Età : 23
Località : Marittima (LE), Profondo Sud!
Data d'iscrizione : 02.04.08

MessaggioTitolo: Re: Studiando...   Lun 18 Ago 2008 - 9:28

Caro Marcio, sinceramente non ho mai fatto caso al fatto che le insulae grandiose hanno bisogno di un secondo tempio per evolversi...E devo ammettere che con questo metodo avrei potuto evitare in alcune recenti mappe di 'isolare' letteralmente dal resto del mondo il quartiere dei patrizi . Quello che mi pare strano è che nella mappa che hai studiato i mercati fossero completamente sprovvisti di vino: nel senso che il passaggio a villa piccola dovrebbe essere un po' come i break-point citati nelle sacre scritture...Proverò anche quello .

Per quanto riguarda i portali, non appena li ho scoperti ho cominciato ad usarli anche troppo, per cui ero costretto a creare tende che nuocevano alla prosperità .
Poi ho pensato a microisolati nelle fattorie e ho evitato quasi sempre i corpi di guardia, tranne che per casi particolari!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.ilsitomiolucio.altervista.org
Marcio Sfigato
Consul
Consul
avatar

Vergine Gallo
Numero di messaggi : 2114
Età : 60
Località : Roma
Data d'iscrizione : 17.01.08

MessaggioTitolo: Re: Studiando...   Lun 18 Ago 2008 - 9:39

Luxius ha scritto:
Quello che mi pare strano è che nella mappa che hai studiato i mercati fossero completamente sprovvisti di vino: nel senso che il passaggio a villa piccola dovrebbe essere un po' come i break-point citati nelle sacre scritture...

Le grassone del mercato iniziano a procurare una merce soltanto quando le case la richiedono, anche se questa è già disponibile nei magazzini. Questo vale per tutti i gradi di evoluzione che richiedono due diverse condizioni: come le case grandi che necessitano di bagni e vettovaglie: se una sola delle due è presente, non evolvono. Così se le insulae grandiose non hanno accesso a due diverse divinità, non richiedono il vino, e le donne lo lasciano perdere, anche se ce l'hanno sotto il naso...

_________________


Prima di chiedere hai fatto una ricerca con la funzione SEARCH?
Prima di postare hai verificato di essere nella rubrica giusta?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Luxius
Praetor
Praetor
avatar

Toro Cane
Numero di messaggi : 1093
Età : 23
Località : Marittima (LE), Profondo Sud!
Data d'iscrizione : 02.04.08

MessaggioTitolo: Re: Studiando...   Lun 18 Ago 2008 - 20:55

Scusa se ti contraddico, ma non è così. scratch
Per esempio le case piccole hanno bisogno di bagni e vettovaglie: se le vettovaglie sono disponibili, le donne del mercato le prendono anche se non ci sono i bagni (questo è testato su tutte le mie mappe). Lo stesso vale per le insulae piccole, che richedono una struttura sanitaria e i mobili e lo stesso anche per le insulae medie (sempre provato). Non mi resta che vedere cosa succede con le insulae grandiose!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.ilsitomiolucio.altervista.org
Luxius
Praetor
Praetor
avatar

Toro Cane
Numero di messaggi : 1093
Età : 23
Località : Marittima (LE), Profondo Sud!
Data d'iscrizione : 02.04.08

MessaggioTitolo: Re: Studiando...   Lun 18 Ago 2008 - 21:06

Testato sul momento: le insulae grandiose non evolvono perchè hanno accesso al tempio di una sola divinità, però se presente, le donne del mercato raccolgono il vino dai magazzini. Buono a sapersi in ogni caso : in alcune mappe non sapevo come separare l'isolato patrizio dalla città!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.ilsitomiolucio.altervista.org
MaG
Moderator
Moderator
avatar

Scorpione Tigre
Numero di messaggi : 3000
Età : 55
Località : Roma
Data d'iscrizione : 01.03.08

MessaggioTitolo: Re: Studiando...   Lun 18 Ago 2008 - 21:08

Naturale che sia così. Se per l'evoluzione è richiesta la fornitura di bagni e vettovaglie, le case lanciano un segnale di ricerca orientato in tal senso. Se poi ne manca uno non importa, vorrà dire che non avverrà l'evoluzione ma il bene reperito (le vettovaglie - in questo caso) varrà comunque consumato. Sarebbe la stessa cosa se le stesse case avessero ottenuto l'accesso ai bagni senza avere le vettovaglie solo che per accorgertene dovresti interrogare le apposite tabelle.

_________________
(MaG)

__________________________________________________
Prima di chiedere hai fatto una ricerca con la funzione SEARCH?
Prima di postare ha verificato di essere nella rubrica giusta?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Luxius
Praetor
Praetor
avatar

Toro Cane
Numero di messaggi : 1093
Età : 23
Località : Marittima (LE), Profondo Sud!
Data d'iscrizione : 02.04.08

MessaggioTitolo: Re: Studiando...   Lun 18 Ago 2008 - 21:23

Ho guardato la mappa di Alberto Barsella...Un'ottima mappa, non c'è che dire Exclamation
E' riuscito ad unire tutti gli isolati con un'unica strada, compreso il quartiere patrizio. Ha abbondato con la produzione di beni e visto che le abitazioni richedono un bel po' di merci, ogni isolato dispone di 6 mercati. Di questi sei solo tre per isolato dispongono di vino: evidentemente gli altri sono troppo lontani...
Ecco spiegato il mistero!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.ilsitomiolucio.altervista.org
Marcio Sfigato
Consul
Consul
avatar

Vergine Gallo
Numero di messaggi : 2114
Età : 60
Località : Roma
Data d'iscrizione : 17.01.08

MessaggioTitolo: Re: Studiando...   Lun 18 Ago 2008 - 21:50

Avete ragione, mi sono sbagliato, ho detto una fesseria. Il vino c'è, nelle case dei quartieri barselliani, c'è eccome. Solo che, appunto, non essendoci il requisito necessario richiesto, il secondo tempio, le case restano insulae grandiose. Scusate l'imprecisione...

_________________


Prima di chiedere hai fatto una ricerca con la funzione SEARCH?
Prima di postare hai verificato di essere nella rubrica giusta?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Servius Sertorius
Praetor
Praetor
avatar

Sagittario Serpente
Numero di messaggi : 1706
Età : 28
Località : Velitrae
Data d'iscrizione : 27.08.08

MessaggioTitolo: Isolare il quartiere patrizio: unica via?   Mar 22 Mag 2012 - 23:11

Riesumo questo antico post per dire la mia sull'argomento.

Ho questa mappa di Barsella - così come decine di altre sue e di tutti i giocatori del forum - e devo dire che è venuta su bene. Permettendo la distribuzione del vino anche dove non è necessario l'apparato produttivo perde in efficienza. Non pensate dunque sia meglio isolare i patrizi?


_________________
Supremo Nobilissimo Maestro
Della Scuola Sertoriana D'Arte Urbanistica Caesariana Terza


SNMDSSDAUCT

SERVIUS SERTORIUS
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Vitellio Tonnatus
Moderator
Moderator
avatar

Leone Capra
Numero di messaggi : 2374
Età : 50
Località : Latina
Data d'iscrizione : 06.02.08

MessaggioTitolo: Re: Studiando...   Gio 24 Mag 2012 - 4:12

Servius Sertorius ha scritto:
Riesumo questo antico post per dire la mia sull'argomento.

Ho questa mappa di Barsella - così come decine di altre sue e di tutti i giocatori del forum - e devo dire che è venuta su bene. Permettendo la distribuzione del vino anche dove non è necessario l'apparato produttivo perde in efficienza. Non pensate dunque sia meglio isolare i patrizi?


Detta così la risposta è facile: si!
Ma l'aliquota di lavoratori che distribuiscono il vino che perderanno il lavoro dove li andiamo a mettere?

E' la solita coperta corta. Migliori l'efficienza dell'apparato produttivo (e quindi dai valenza positiva alla disoccupazione) ma aumenti il malcontento cittadino legato alla disoccupazione.


_________________
....tamen potissimum cum tu es in fimo usque ad gulam...siles

IN THYNNO CONFIDIMUS

VIRIDES CAPUT MUNDI



Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
DarioP
Civis
Civis
avatar

Numero di messaggi : 42
Data d'iscrizione : 25.05.12

MessaggioTitolo: Re: Studiando...   Dom 3 Giu 2012 - 8:19

Servius Sertorius ha scritto:
Riesumo questo antico post per dire la mia sull'argomento.

Ho questa mappa di Barsella - così come decine di altre sue e di tutti i giocatori del forum - e devo dire che è venuta su bene. Permettendo la distribuzione del vino anche dove non è necessario l'apparato produttivo perde in efficienza. Non pensate dunque sia meglio isolare i patrizi?

Dalla mia recente esperienza in Finger Lakes dove per caso ho fatto la stessa scoperta posso dire che il consumo del vino è molto limitato: con un solo vitigno e due vinerie davo da bere tranquillamente a 10 palazzi di lusso e 18 insulae grandiose con il magazzino sempre stracolmo e le vinerie in attesa.. Certo, se si può non portare il vino alla plebe tanto meglio, ma in caso contrario pesa comunque poco. L'unica accortezza necessaria è quella di porre un magazzino impostato a ricevimento vino anche vicino ai mercati plebei, altrimenti come noto, le commercianti inizieranno a farsi kilometri in cerca del vino trascurando le altre risorse.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Anco Marzio
Structor
Structor
avatar

Vergine Ratto
Numero di messaggi : 134
Età : 33
Località : Perinaldo (IM)
Data d'iscrizione : 12.04.10

MessaggioTitolo: astuzia   Gio 14 Giu 2012 - 22:14

come già detto e ripetuto basta imporre un solo luogo di culto a chi deve restare plebeo
al primo giro le commercianti andranno a rifornire di vino tutte le case dei plebei di vino, ma questi non lo consumeranno mai
una piccola perdita in efficienza trascurabile, infatti non ci si rende neanche conto della rapidità del rifornimenti del vino, e le mercanti ritornano a fare il loro lavoro : pane al pane

questo gioco riflette esattamente la società attuale
c'è sempre un modo per opprimere i deboli, e più è subdolo più è efficace
senza stare a discutere sull'igiene...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Studiando...   

Tornare in alto Andare in basso
 
Studiando...
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Caesar3.it - Forum di discussione :: Discussioni generali-
Andare verso: