Caesar3.it - Forum di discussione

Forum di discussione su Caesar3 et similia
 
IndiceFAQCercaRegistratiLista UtentiGruppiAccedi

Condividere | 
 

 Caesar III da zero - 16 - I Nativi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
MaG
Moderator
Moderator
avatar

Scorpione Tigre
Numero di messaggi : 3000
Età : 54
Località : Roma
Data d'iscrizione : 01.03.08

MessaggioTitolo: Caesar III da zero - 16 - I Nativi   Lun 2 Feb 2009 - 4:12

Può capitare di trovare delle popolazioni indigene girovagare per i territori che Cesare ci ha comandato di sviluppare ed a seconda della regione di appartenenza, gli insediamenti di queste appariranno rappresentate differentemente.

Eccole, raffigurate negli esempi a seguire:

regioni nordiche


regioni centrali


regioni desertiche


Le popolazioni native considerano proprie le vicinanze del territorio in cui vivono e si arrabbiano molto, nel caso qualcosa le venga a modificare anche se di poco, arrivando ad attaccare in forze anche gli insediamenti romani distanti dalle loro capanne.

La prima cosa da fare, pertanto, è quella di stabilire con esattezza l’estensione del loro territorio e la soluzione risiede, ancora una volta, nell’uso delle Tabelle.



Il percorso Tabelle – Rischi – Nativi, visualizzerà il territorio reclamato:



L’unico sistema per rendere inoffensive queste popolazioni primitve è quello di costruire, nel bel mezzo dei loro territori, l’unico edificio tollerato: una Missione (eccola raffigurata accanto al loro Punto di Incontro).



Dalla Missione, che necessita solo di un accesso alla strada (non dispone di reclutatori perché non ha necessità di forza lavoro ubicata nelle immediate vicinanze), uscirà un missionario che pacificherà anche i Nativi più bellicosi.



Nell’imagine precedente si nota il religioso, indicato da un ‘ellisse rossa, che ha già provveduto ad eliminare la maggior parte delle zone a rischio. Quando avrà raggiunto tutti i vari punti pericolosi i nativi non saranno più nemici anzi, ogni tanto si potrà osservare un commerciante nativo, uscito con il suo carretto dal Punto di Incontro, dirigersi verso i magazzini sui quali è posta la merce destinata all’esportazione (vedi immagine successiva).



A questo punto è importante che il villaggio non perda mai l’accesso alla Missione poiché, dopo pochi mesi senza insegnamenti, i Nativi torneranno allo stato di irritazione iniziale.

Se il missionario continuerà a percorrere le strade, eventualmente costruite e/o modificate da noi, che portano in ogni struttura del villaggio, si potrà anche sfruttare a nostro piacimento il loro territorio.

A tale proposito è importante considerare che l’aggiunta di ulteriori ramificazioni stradali, genera pericolosi incroci tra i quali il missionario può perdersi con il temibile risultato che alcuni Nativi potrebbero tornare a delinquere.
La soluzione, se non sarà possibile stendere le strade in maniera maggiormente oculata, sarà quella di provvedere all’edificazione di più missioni, magari poste nelle immediate vicinanze degli edifici del villaggio, come è accaduto nel nostro esempio durante lo svolgimento della partita e che è possibile notare nella figura a seguire.


_________________
(MaG)

__________________________________________________
Prima di chiedere hai fatto una ricerca con la funzione SEARCH?
Prima di postare ha verificato di essere nella rubrica giusta?


Ultima modifica di MaG il Lun 2 Feb 2009 - 7:27, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Marcio Sfigato
Consul
Consul
avatar

Vergine Gallo
Numero di messaggi : 2114
Età : 60
Località : Roma
Data d'iscrizione : 17.01.08

MessaggioTitolo: Re: Caesar III da zero - 16 - I Nativi   Lun 2 Feb 2009 - 4:35

Aggiungereri che, mentre per tutte le rotte commerciali c'è un quantitativo massimo annuale di merci esportate e importate, i nativi, che acquistano soltanto e non vendono, lo fanno senza nessuna limitazione, e verso qualunque tipo di merce noi mettiamo in vendita...

_________________


Prima di chiedere hai fatto una ricerca con la funzione SEARCH?
Prima di postare hai verificato di essere nella rubrica giusta?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Vitellio Tonnatus
Moderator
Moderator
avatar

Leone Capra
Numero di messaggi : 2374
Età : 50
Località : Latina
Data d'iscrizione : 06.02.08

MessaggioTitolo: Re: Caesar III da zero - 16 - I Nativi   Lun 2 Feb 2009 - 5:04

Questa voglia di commerciare dei nativi fa si che gli stessi siano da considerare sicuramente una risorsa piuttosto che un fastidio.

_________________
....tamen potissimum cum tu es in fimo usque ad gulam...siles

IN THYNNO CONFIDIMUS

VIRIDES CAPUT MUNDI



Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
C.B.
Quaestor
Quaestor
avatar

Numero di messaggi : 320
Data d'iscrizione : 19.08.08

MessaggioTitolo: Re: Caesar III da zero - 16 - I Nativi   Mar 3 Feb 2009 - 2:15

Un'ultima aggiunta: mettete il caso che in città abbiamo più agglomerati dei nativi, e quindi più "punti di incontro dei nativi". Se civilizziamo un "punto di incontro", lasciando perdere sia le capanne che gli altri punti di incontro, TUTTI i nativi della mappa inizieranno a commerciare con la città. Ovviamente succede anche se in città c'è un solo "punto di incontro", l'importante è che ci passi il missionario a fianco. Tanto più questi punti sono vicini e tanto più il commercio porterà profitto.
Sapere ciò è utile anche se per esempio avete una capanna isolata e non volete sprecare 20 lavoratori per non far infuriare il nativo. L'importante è non costruire nell'area che reclama come propria e l'omino dal gonnellino blu non distruggerà mai il vostro meraviglioso Ippodromo con il suo coltellino dall'innata capacità distruttiva.


Ultima modifica di C.B. il Mar 3 Feb 2009 - 2:20, modificato 1 volta (Motivazione : dovevo dare delucidazioni sull'omino dallo spadino disintegratore)
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Servius Sertorius
Praetor
Praetor
avatar

Sagittario Serpente
Numero di messaggi : 1706
Età : 27
Località : Velitrae
Data d'iscrizione : 27.08.08

MessaggioTitolo: Consiglio   Sab 5 Set 2009 - 5:49

Possiamo adottare un piccolo accorgimento per risparmiare manodopera con le missioni. Non è assolutamente necessario che il missionario transiti proprio di fianco alle capanne e al punto d'incontro per svolgere il suo compito.

La distanza massima entro la quale il missionario deve mantenersi per civilizzare i nativi è pari a 4 tiles (quadratini di gioco).
Oltre 4 tiles la costruzione nativa non sarà civilizzata.


L'ampiezza del territorio reclamato dai nativi dipende dall'importanza dell'edificio che vi sorge. Più nel dettaglio:
  • il Punto d'Incontro estende il suo territorio fino a 6 tiles di distanza;
  • la Capanna considera proprio il terreno fino a 3 tiles;
  • i Raccolti semplici non reclamano il territorio circostante come proprio.

_________________
Supremo Nobilissimo Maestro
Della Scuola Sertoriana D'Arte Urbanistica Caesariana Terza


SNMDSSDAUCT

SERVIUS SERTORIUS
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Caesar III da zero - 16 - I Nativi   

Tornare in alto Andare in basso
 
Caesar III da zero - 16 - I Nativi
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Caesar3.it - Forum di discussione :: Consigli per principianti-
Andare verso: