Caesar3.it - Forum di discussione

Forum di discussione su Caesar3 et similia
 
IndiceFAQCercaRegistratiLista UtentiGruppiAccedi

Condividere | 
 

 Release 4.0

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
Vitellio Tonnatus
Moderator
Moderator
avatar

Leone Capra
Numero di messaggi : 2374
Età : 50
Località : Latina
Data d'iscrizione : 06.02.08

MessaggioTitolo: Re: Release 4.0   Sab 26 Mag 2012 - 3:37

Nessun problema a recapitare il file excel e le relative istruzioni.

Puoi inviarmi tramite un PM o alla mia mail un indirizzo mail presso il quale inviare i file.

Saluti

_________________
....tamen potissimum cum tu es in fimo usque ad gulam...siles

IN THYNNO CONFIDIMUS

VIRIDES CAPUT MUNDI



Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
FedericaDD
Architectus
Architectus
avatar

Capricorno Dragone
Numero di messaggi : 162
Età : 28
Località : Brindisi
Data d'iscrizione : 06.03.12

MessaggioTitolo: Re: Release 4.0   Mar 29 Mag 2012 - 3:16

....E comunque lo stemma tonnato merita un applauso!!! lol!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Vitellio Tonnatus
Moderator
Moderator
avatar

Leone Capra
Numero di messaggi : 2374
Età : 50
Località : Latina
Data d'iscrizione : 06.02.08

MessaggioTitolo: Re: Release 4.0   Mar 29 Mag 2012 - 3:33

Opera di Luxius, il grafico Tonnato.


_________________
....tamen potissimum cum tu es in fimo usque ad gulam...siles

IN THYNNO CONFIDIMUS

VIRIDES CAPUT MUNDI



Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Servius Sertorius
Praetor
Praetor
avatar

Sagittario Serpente
Numero di messaggi : 1706
Età : 27
Località : Velitrae
Data d'iscrizione : 27.08.08

MessaggioTitolo: Richiesta istruzioni release 4.5   Mar 29 Mag 2012 - 11:19

Vitellio le istruzioni per la nuova release servirebbero anche a me. Puoi inviarmele?

_________________
Supremo Nobilissimo Maestro
Della Scuola Sertoriana D'Arte Urbanistica Caesariana Terza


SNMDSSDAUCT

SERVIUS SERTORIUS
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Vitellio Tonnatus
Moderator
Moderator
avatar

Leone Capra
Numero di messaggi : 2374
Età : 50
Località : Latina
Data d'iscrizione : 06.02.08

MessaggioTitolo: Re: Release 4.0   Mar 29 Mag 2012 - 21:31

Servius Sertorius ha scritto:
Vitellio le istruzioni per la nuova release servirebbero anche a me. Puoi inviarmele?

Inviato il kit utente

_________________
....tamen potissimum cum tu es in fimo usque ad gulam...siles

IN THYNNO CONFIDIMUS

VIRIDES CAPUT MUNDI



Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
DarioP
Civis
Civis
avatar

Numero di messaggi : 42
Data d'iscrizione : 25.05.12

MessaggioTitolo: Re: Release 4.0   Mer 30 Mag 2012 - 5:52

Io, DarioP, umile Civis, senza titoli accademici, ma con un forte senso urbanistico...


...stavo guardando nelle formule... e quella che tiene conto del minor numero di rotte commerciali ha ad un denominatore il numero di rotte commerciali aperte. Questa formula va corretta perché se in una città tengo tutte le rotte chiuse ottiene automaticamente infinito nel punteggio economico, rendendo tutti gli altri parametri ininfluenti. Per correggere basta aggiungere un +1 così:


Inoltre come emerso dalla mia mappa Islanda, le classifiche attuali penalizzano molto le città grandi la cui gestione è anche molto più complicata. I governatori sono in genere portati a terminare l'incarico con la minor popolazione possibile, in questo modo gli equilibri della colonia possono essere perfezionati e le classifiche scalate. Per ovviare a questo deficit nasce la proposta di inserire una classifica IMPONENZA. La cosa è molto semplice: questa classifica si propone di valutare la maestosità della colonia e gli investimenti del governatore a prescindere dai valori procapite. I parametri principali che potrebbero intervenire in questa classifica sono:
popolazione,
numero di edifici attivi (di qualunque tipo)
e chiaramente la prosperità.

Un parametro facilmente ricavabile e direttamente collegato al numero di edifici attivi è il numero di impiegati richiesti. Per fare in modo che questo parametro non risulti irrilevante rispetto alla popolazione che è molto maggiore propongo di moltiplicarlo per 3(?). Infine per incentivare il massimo sviluppo delle abitazioni occorre tenere conto della prosperità.

La formula completa per la classifica IMPONENZA è di conseguenza molto semplice:

Il quadrato sulla prosperità tiene conto del fatto che è molto più difficile incrementarla rispetto agli altri due parametri, inoltre vuole essere un totale disincentivo alla costruzione di tendopoli promuovendo il massimo sviluppo.

Commenti? Smile
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Vitellio Tonnatus
Moderator
Moderator
avatar

Leone Capra
Numero di messaggi : 2374
Età : 50
Località : Latina
Data d'iscrizione : 06.02.08

MessaggioTitolo: Re: Release 4.0   Mer 30 Mag 2012 - 6:05

Ora sono cotto, ci ragiono su e ti dico.
Comunque mi piace e molto lo spirito propositivo!

Grazie

_________________
....tamen potissimum cum tu es in fimo usque ad gulam...siles

IN THYNNO CONFIDIMUS

VIRIDES CAPUT MUNDI



Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Servius Sertorius
Praetor
Praetor
avatar

Sagittario Serpente
Numero di messaggi : 1706
Età : 27
Località : Velitrae
Data d'iscrizione : 27.08.08

MessaggioTitolo: Risposte a DarioP   Mer 30 Mag 2012 - 11:21

DarioP ha scritto:
Io, DarioP, umile Civis, senza titoli accademici, ma con un forte senso urbanistico...


...stavo guardando nelle formule... e quella che tiene conto del minor numero di rotte commerciali ha ad un denominatore il numero di rotte commerciali aperte. Questa formula va corretta perché se in una città tengo tutte le rotte chiuse ottiene automaticamente infinito nel punteggio economico, rendendo tutti gli altri parametri ininfluenti. Per correggere basta aggiungere un +1 così:
Guarda caso si discuteva giusto oggi con Vitellio della formula dell'Efficienza Commerciale Mensile. Abbiamo già stabilito di modificarla tenendo conto invece che del numero di rotte commerciali disponibili e aperte della redditività potenziale delle stesse. Questo perché è giusto premiare chi riesce a fare soldi anche con due partner commerciali che gli permettono di esportare poco piuttosto che uno che li fa con uno solo ma che acquista molte merci costose.
Resterebbe il problema che hai segnalato della possibilità teorica di una mappa conclusa senza aprire nemmeno una rotta. Ma è un'eventualità così remota da potere essere considerata (e qui ammicco al tuo indirizzo collega fisico DarioP Wink ) trascurabile! Infatti, a parte la prima mappa della carriera principale, non ho mai visto scenari che possano essere conclusi senza aprire nemmeno una rotta commerciale. Comunque, come hai fatto notare, basta aggiungere un addendo al denominatore P e si risolve il problema.

DarioP ha scritto:
Inoltre come emerso dalla mia mappa Islanda, le classifiche attuali penalizzano molto le città grandi la cui gestione è anche molto più complicata. I governatori sono in genere portati a terminare l'incarico con la minor popolazione possibile, in questo modo gli equilibri della colonia possono essere perfezionati e le classifiche scalate. Per ovviare a questo deficit nasce la proposta di inserire una classifica IMPONENZA. La cosa è molto semplice: questa classifica si propone di valutare la maestosità della colonia e gli investimenti del governatore a prescindere dai valori procapite. I parametri principali che potrebbero intervenire in questa classifica sono:
popolazione,
numero di edifici attivi (di qualunque tipo)
e chiaramente la prosperità.


Un parametro facilmente ricavabile e direttamente collegato al numero di edifici attivi è il numero di impiegati richiesti. Per fare in modo che questo parametro non risulti irrilevante rispetto alla popolazione che è molto maggiore propongo di moltiplicarlo per 3(?). Infine per incentivare il massimo sviluppo delle abitazioni occorre tenere conto della prosperità.

La formula completa per la classifica IMPONENZA è di conseguenza molto semplice:

Il quadrato sulla prosperità tiene conto del fatto che è molto più difficile incrementarla rispetto agli altri due parametri, inoltre vuole essere un totale disincentivo alla costruzione di tendopoli promuovendo il massimo sviluppo.

Commenti? Smile
Ne ho già parlato in chat con Dario, ma lo ripeto qui per tutti.
Le classifiche non penalizzano le città più grandi. Sta al giocatore sfruttare al massimo le maggiori possibilità economiche offerte da una città grande in modo da compensare il malus dovuto al peso di una popolazione numerosa nel calcolo della ricchezza pro capite. Lo si può fare, se non ci credete, scaricatevi la mia Valentia dal sito principale.
Vorrei inoltre ricordare che le classifiche non possono permettersi di essere tagliate su uno stile di gioco preciso. Se decidessimo che le città grandi vanno premiate allora qualcuno potrebbe chiedere che lo siano anche quelle autosufficienti, quelle costruite in minor tempo e così via. La grandezza della città è una scelta del governatore. Bisogna assumersene la responsabilità.


Vorrei ringraziarti comunque per il contributo, Dario! Fa piacere vedere qualcuno che cerchi di entrare nel merito delle questioni matematiche che stanno dietro ai nostri tornei!
Sono sicuro che il creatore degli algortimi, Vitellio, ti risponderà a breve.

_________________
Supremo Nobilissimo Maestro
Della Scuola Sertoriana D'Arte Urbanistica Caesariana Terza


SNMDSSDAUCT

SERVIUS SERTORIUS
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Vitellio Tonnatus
Moderator
Moderator
avatar

Leone Capra
Numero di messaggi : 2374
Età : 50
Località : Latina
Data d'iscrizione : 06.02.08

MessaggioTitolo: Re: Release 4.0   Mer 30 Mag 2012 - 22:08

Allora, intanto sono veramente contento di avere degli interlocutori per lo sviluppo delle formule.
Non è che mi sia rotto di svilupparle come dice SS, ma è faticoso. Lo sviluppo di questi calcoli mi ha portato a considerazioni che mi sembrano abbastanza approfondite, e onestamente non ho più tempo per portare avanti altre modifiche che siano figlie di riflessioni altrettanto attente.


Ho riflettuto da ieri e direi che alcune delle proposte di DarioP possono dare spunto a delle riflessioni, altre invece siano di fatto già inserite nei calcoli.

Per quanto riguarda l'errore, oltre a quello che ha detto SS c'è da verificare che non sia solo un errore di scrittura sul manuale che vi ho inviato, ma comunque supereremo la cosa.

Per quello che riguarda l'Imponenza....
Come SS penso che la realizzazione di una città grande sia una scelta del Governatore, e resto convinto che per come è costruito il gioco, non è affatto detto che grande sia meglio o più difficile. L'utilizzo delle stime pro capite è legata al fatto che il gioco stesso è basato su questo criterio e non è detto che la città con una maggiore quantità di edifici in valore assoluto sia superiore ad una meno dotata.
Per intenderci: un colosseo assicura la propria copertura a 1500 abitanti.
A parità di livello evolutivo delle case in una città da 3000 abitanti pur bastandone 2 troviamo 3 Colossei. Nel medesimo scenario, in una città da novemila troviamo i 6 colossei necessari. Perché dovremmo premiare la seconda? sebbene 6 siano più di 3, 6 sono anche un livello minimo per la città da 9000 abitanti. La città da 3000 è una città più opulenta (almeno per quanto riguarda i colossei) di quella da 9000. L'impatto di 3 colossei sulla gestione della città da 3000 è sicuramente superiore a quello dei 6 colossei sulla città da 9000 abitanti.

In effetti questo è il criterio base della classifica "Servizi" che premia la città che offre una maggior quantità di servizi necessari ai propri cittadini.
Ovviamente però c'è il rovescio della medagia che è la classifica "Efficienza". Posto che il punto di confronto è il raggiungimento dei livelli minimi, l'idea è che la città di 3000 abitanti per poter raggiungere quei livelli ha necessità di 3 colossei ovvero di un colosseo ogni 1000 abitanti, mentre quella di 9000 necessita di 6 colossei ovvero di solo 1 colosseo ogni 1500 abitanti. Evidentemente questa seconda città è costruita meglio e i gladiatori possono fornire in maniera più efficiente il prorpio servizio.

Credo quindi che la presenza di più edifici "importanti" sia tenuta in considerazione nella classifica servizi.

Nell' Islanda di DarioP non sono teatri ed anfiteatri a penalizzarlo, anzi la sua città è la migliore per numero di teatri, sono altri servizi in cui DarioP ha optato per l'efficienza. Non ci sono prefetture (scelta razionale, siamo in un scenario nordico, ma una rivolta di gladiatori potrebbe essere programmata dal disegnatore dello scenario) e ci sono pochissimi addetti alle fontane (evidentemente poste in maniera razionale). Ma la città imponente non deve lesinare su queste voci....... fontane ovunque e prefetti a garantire la sicurezza per quanto la città sia "razionalmente" sicura.

La considerazione del notevole impegno economico per la costruzione di molti edifici l'avevo fatta a suo tempo, infatti è giusto pensare che se minimizzo le spese "pubbliche" aumento il tesoro e miglioro la classifica economica.
Però i veri edifici che "non servono" alla città ma che sono un lusso di fatto sono i templi grandi e (forse) il circo massimo (ippodromo proprio non mi viene). Resta il fatto che garantire migilori servizi penalizza l'economia oltre che l'efficienza. Forse pensare a qualcosa in tal senso.

Lla scelta di realizzare una città più grande non può essere premiata "tout court". Creare una città più grande ha senso se il Governatore saprà sfruttare i vantaggi della città grande minimizzandone gli svantaggi, così come realizzare una città con un livello di prosperità maggiore ha senso se il Governatore sa come sfruttre a proprio vantaggio la cosa.

N.B. Queste sono mie considerazioni (che quindi sono opinabili) che puntano a "difendere" il lavoro da me fatto fin quì perché è un lavoro meditato. Nulla vieta però di "controargomentare" a difesa delle proprie idee, anzi....

Ultima considerazione che prescinde dalle considerazioni fatte sopra (questa non è opinabile, è un dato di fatto): la prosperità di una città è funzione diretta anche della durata dello scenario. Se nel calcolo dell'economia ho introdotto un coefficiente di tempo per ridurre l'impatto della durata non posso dare al tempo l'opportunità del cavallo di troia della prosperità.

Saluti

_________________
....tamen potissimum cum tu es in fimo usque ad gulam...siles

IN THYNNO CONFIDIMUS

VIRIDES CAPUT MUNDI



Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Servius Sertorius
Praetor
Praetor
avatar

Sagittario Serpente
Numero di messaggi : 1706
Età : 27
Località : Velitrae
Data d'iscrizione : 27.08.08

MessaggioTitolo: Proposta di aggiornamento algoritmi Vivibilità   Gio 31 Mag 2012 - 7:57

Ne ho già parlato con Vitellio in chat incontrando la sua strenua opposizione ma credo fortemente nella bontà e applicabilità di questa mia idea, che potrebbe aggiungere anche un po' di sale alla competizione. Dal precedente torneo è venuto fuori che è possibile dominare contemporaneamente tre classifiche: economia, vivibilità e servizi. In particolare è relativamente facile stravincere in economia e vincere in vivibilità. Questo perché negli algoritmi attuali non c'è quel qualcosa che ti fa perdere punti in economia se ne guadagni in vivibilità e viceversa.
Dunque ho pensato a un modo per far entrare in contrasto queste due classifiche.

L'idea è introdurre una nuova voce nel calcolo del punteggio della vivibilità: le festività indette. Più feste si indicono più punti vivibilità si guadagnano. Le feste più grandi valgono più punti. Nel dettaglio: una piccola festività vale 1, la grande festività vale 3 e quella maggiore vale 6. Teniamo presente inoltre che per organizzare una festività maggiore bisognerà produrre del vino in loco o importarlo, perdendo considerevolmente in efficienza ed economia e che il costo delle festività quando la popolazione cresce può diventare molto oneroso.
In questo modo uno come me - che non faccio mai feste - può tranquillamente scordarsi di arrivare contemporaneamente primo in economia e vivibilità. O per lo meno dovrà sudare parecchio.

Per tradurre in pratica questa idea però occorrerebbe un piccolo aiuto da parte di tutti i partecipanti. L'unico modo per sapere quante feste sono state indette nel corso della partita è andare a contare i relativi messaggi degli scribi. Ora tenendo presente che a fine partita ci sono duecento e rotti messaggi in quella casella, giustamente Vit mi ha mandato a cagare quando gliel'ho proposto. Il rimedio è molto semplice: ogni giocatore dovrebbe salvaguardare solo le seguenti tipologie di messaggi:
  • città in debito (così Vitellio può sapere se abbiamo ricevuto il prestito da Cesare, che gli serve per una formula dell'economia);
  • benedizioni di Nettuno (per lo stesso motivo di prima);
  • festività.

Tutti gli altri messaggi (invasioni, incendi, crolli, frane, pestilenze, richieste imperiali, lamentele etc.) andrebbero cancellati man mano che vi si presentano. Per cancellare un messaggio degli scribi basta semplicemente clickarci sopra col destro.
Ci vuole veramente mezzo secondo (io lo faccio da una vita) e, a mio parere, potrebbe aggiungere un po' di sale alla competizione distinguendo gli economisti dai caciaroni tutti anfiteatri e feste.

A voi la parola!

_________________
Supremo Nobilissimo Maestro
Della Scuola Sertoriana D'Arte Urbanistica Caesariana Terza


SNMDSSDAUCT

SERVIUS SERTORIUS
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Governator Dianensis
Quaestor
Quaestor
avatar

Gemelli Cavallo
Numero di messaggi : 301
Età : 27
Località : Teggiano (SA)
Data d'iscrizione : 07.01.11

MessaggioTitolo: Re: Release 4.0   Gio 31 Mag 2012 - 8:17

Servius Sertorius ha scritto:
Ne ho già parlato con Vitellio in chat incontrando la sua strenua opposizione ma credo fortemente nella bontà e applicabilità di questa mia idea, che potrebbe aggiungere anche un po' di sale alla competizione. Dal precedente torneo è venuto fuori che è possibile dominare contemporaneamente tre classifiche: economia, vivibilità e servizi. In particolare è relativamente facile stravincere in economia e vincere in vivibilità. Questo perché negli algoritmi attuali non c'è quel qualcosa che ti fa perdere punti in economia se ne guadagni in vivibilità e viceversa.
Dunque ho pensato a un modo per far entrare in contrasto queste due classifiche.

L'idea è introdurre una nuova voce nel calcolo del punteggio della vivibilità: le festività indette. Più feste si indicono più punti vivibilità si guadagnano. Le feste più grandi valgono più punti. Nel dettaglio: una piccola festività vale 1, la grande festività vale 3 e quella maggiore vale 6. Teniamo presente inoltre che per organizzare una festività maggiore bisognerà produrre del vino in loco o importarlo, perdendo considerevolmente in efficienza ed economia e che il costo delle festività quando la popolazione cresce può diventare molto oneroso.
In questo modo uno come me - che non faccio mai feste - può tranquillamente scordarsi di arrivare contemporaneamente primo in economia e vivibilità. O per lo meno dovrà sudare parecchio.

Per tradurre in pratica questa idea però occorrerebbe un piccolo aiuto da parte di tutti i partecipanti. L'unico modo per sapere quante feste sono state indette nel corso della partita è andare a contare i relativi messaggi degli scribi. Ora tenendo presente che a fine partita ci sono duecento e rotti messaggi in quella casella, giustamente Vit mi ha mandato a cagare quando gliel'ho proposto. Il rimedio è molto semplice: ogni giocatore dovrebbe salvaguardare solo le seguenti tipologie di messaggi:
  • città in debito (così Vitellio può sapere se abbiamo ricevuto il prestito da Cesare, che gli serve per una formula dell'economia);
  • benedizioni di Nettuno (per lo stesso motivo di prima);
  • festività.

Tutti gli altri messaggi (invasioni, incendi, crolli, frane, pestilenze, richieste imperiali, lamentele etc.) andrebbero cancellati man mano che vi si presentano. Per cancellare un messaggio degli scribi basta semplicemente clickarci sopra col destro.
Ci vuole veramente mezzo secondo (io lo faccio da una vita) e, a mio parere, potrebbe aggiungere un po' di sale alla competizione distinguendo gli economisti dai caciaroni tutti anfiteatri e feste.

A voi la parola!

d'accordo! se le cose si complicano, restando comunque sempre razionali sono sempre d'accordo!

_________________
GOVERNATOR DIANENSIS
- MAGNIFICO RETTORE DELLA RINATA "UNIVERSITAS DIANENSIS" -

ACCADEMIA DIANESE DI REALE URBANISTICA CESARIANA
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
FedericaDD
Architectus
Architectus
avatar

Capricorno Dragone
Numero di messaggi : 162
Età : 28
Località : Brindisi
Data d'iscrizione : 06.03.12

MessaggioTitolo: Re: Release 4.0   Ven 1 Giu 2012 - 11:42

Per me va si può fare benissimo, anche perché ho già provato ed effettvamente porta via giusto qualche secondo!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Jimmy Page
Quaestor
Quaestor
avatar

Toro Capra
Numero di messaggi : 388
Età : 26
Località : Lodi
Data d'iscrizione : 30.11.10

MessaggioTitolo: Re: Release 4.0   Ven 1 Giu 2012 - 13:52

Sicuri che con le feste si guadagna in vivibilità? C'è sempre un sacco di gente, si sta stretti, se si fa in estate si è tutti sudati, le strade sono piene, ci sono anziani ubriachi che molestano le giovani donne dei bagni, le grassone del mercato che cercano di vendere qualsiasi cosa urlando, barboni che urlano "Non ho un posto dove vivere!", i sacerdoti che si lamentano che la città è noiosa, Sertorius che si spruzza incenso.. Siamo proprio sicuri??
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Servius Sertorius
Praetor
Praetor
avatar

Sagittario Serpente
Numero di messaggi : 1706
Età : 27
Località : Velitrae
Data d'iscrizione : 27.08.08

MessaggioTitolo: Spruzz! spruzz!   Ven 1 Giu 2012 - 13:55

Jimmy Page ha scritto:
Sicuri che con le feste si guadagna in vivibilità? C'è sempre un sacco di gente, si sta stretti, se si fa in estate si è tutti sudati, le strade sono piene, ci sono anziani ubriachi che molestano le giovani donne dei bagni, le grassone del mercato che cercano di vendere qualsiasi cosa urlando, barboni che urlano "Non ho un posto dove vivere!", i sacerdoti che si lamentano che la città è noiosa, Sertorius che si spruzza incenso.. Siamo proprio sicuri??
E beh? Non è bello? [spruzz! spruzz!]

_________________
Supremo Nobilissimo Maestro
Della Scuola Sertoriana D'Arte Urbanistica Caesariana Terza


SNMDSSDAUCT

SERVIUS SERTORIUS
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Jimmy Page
Quaestor
Quaestor
avatar

Toro Capra
Numero di messaggi : 388
Età : 26
Località : Lodi
Data d'iscrizione : 30.11.10

MessaggioTitolo: Re: Release 4.0   Ven 1 Giu 2012 - 13:57

E non lo so, sai? Magari singolarmente.. Ma in mezzo a tutta quella confusione.. :
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
andnick
Civis
Civis
avatar

Bilancia Tigre
Numero di messaggi : 74
Età : 43
Località : bologna
Data d'iscrizione : 11.01.10

MessaggioTitolo: umile plebeo richiede informazioni   Ven 4 Gen 2013 - 5:53

Sono stato molto assente dal forum ed è parecchio che non gioco, ma come proposito per il nuovo anno voglio riaccendere la passione per il mio gioco preferito.

Quindi richiedo ufficialmente e umilmente la realease 4.0 (con relativi consigli su come usarlo e a cosa mi può servire, visto che manco da molto non so se è applicabile normalmente o ci vuole qualche passaggio particolare)

e vorrei sapere se state giocando ancora sulle mappe come ranoke, nova scotia, fingers lake, etc.. o c'è qualche mappa nuova.


grazie mille

un umile plebeo
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.andreaenicolaparrucchieri.it
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Release 4.0   

Tornare in alto Andare in basso
 
Release 4.0
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Vai alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» WHFB 9° Edizione

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Caesar3.it - Forum di discussione :: Discussioni generali :: Classifiche-
Andare verso: