Caesar3.it - Forum di discussione

Forum di discussione su Caesar3 et similia
 
IndiceFAQCercaRegistratiLista UtentiGruppiAccedi

Condividere | 
 

 Considerazioni su Caesar IV

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
Marcio Sfigato
Consul
Consul
avatar

Vergine Gallo
Numero di messaggi : 2114
Età : 60
Località : Roma
Data d'iscrizione : 17.01.08

MessaggioTitolo: Capitolo 23   Gio 30 Dic 2010 - 6:38

I LIVELLI

Terminerei con un accenno ai livelli. Abbiamo già detto che sono gli stessi di C3, ma funzionano in maniera un poco diversa. Vediamo rapidamente come.
Popolazione: qui non c’è niente da dire se non che bisogna bilanciare plebei ed equites a seconda dell’esigenza. Gli equites tendono a scontentarsi facilmente e ad abbandonare la città, con conseguente tracollo di tutto il sistema.
Prosperità: dipende dal livello delle case, ognuna delle quali ha un proprio coefficiente. Se la città è in debito, il livello cala a zero.
Sicurezza: se non ci sono crimini (provocati sia dai cittadini che dai nemici) il livello cresce di 4 punti al mese. Senza mura il massimo livello raggiungibile è 50. Possono restare fuori della cerchia murata le fattorie, le coltivazioni e i pascoli, le strutture militari, i sistemi idrici.
Cultura: è determinata dall’insieme delle strutture sanitarie, educative, religiose e ricreative. Ognuna ha un coefficiente, che naturalmente si attiva se la struttura è servita da tutti i lavoratori necessari. E naturalmente tutte le case devono essere coperte dal servizio.
Benevolenza: anche in C4 Cesare pretenderà merci, armate e anche somme di denaro. Ci sono però due tipi di pretese imperiali : ordini e richieste. Se non soddisfi un ordine il livello scende (e non sale se sei in regola), mentre se non soddisfi una richiesta il livello non scende, e sale se obbedisci. La benevolenza di Giove può ridurre del 10% la riduzione in caso di elusione di un ordine. Per il resto, come in C3, il livello cresce e decresce in funzione delle finanze, dei regali, dello stipendio (che se è più alto fa scendere il favore, mentre se è più basso non lo fa salire). Non mi risulta che Cesare conceda prestiti in caso di bilancio in rosso. E se il livello scende a 20 arrivano i soldati ad arrestarti…

_________________


Prima di chiedere hai fatto una ricerca con la funzione SEARCH?
Prima di postare hai verificato di essere nella rubrica giusta?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Marcio Sfigato
Consul
Consul
avatar

Vergine Gallo
Numero di messaggi : 2114
Età : 60
Località : Roma
Data d'iscrizione : 17.01.08

MessaggioTitolo: Conclusione   Gio 30 Dic 2010 - 6:39

CONCLUSIONE

Termino cosciente dei limiti e delle lacune di questo breve excursus. Ognuno di questi argomenti merita di essere trattato più a lungo e più approfonditamente, ma ci sarà, spero, tempo anche per questo. Aprendo alla discussione e ai commenti (se ci saranno), aggiungo che quanto scritto è stato ricavato, oltre che dalla osservazione personale del gioco, dalla lettura dell’inutile manuale, e soprattutto del sito http://caesar4.heavengames.com/ , in cui ogni cosa è spiegata dettagliatamente.

_________________


Prima di chiedere hai fatto una ricerca con la funzione SEARCH?
Prima di postare hai verificato di essere nella rubrica giusta?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
MaG
Moderator
Moderator
avatar

Scorpione Tigre
Numero di messaggi : 3000
Età : 54
Località : Roma
Data d'iscrizione : 01.03.08

MessaggioTitolo: Re: Considerazioni su Caesar IV   Gio 30 Dic 2010 - 11:21

Un vivo ringraziamento a Marcio Sfigato per la sua introduzione a Caesar IV. La mia copia, ancora sigillata, rischia seriamente di essere aperta anche approfittando di qualche giorno di vacanza che sono riuscito a prendermi.
Da quanto leggo non sembra poi così terribile rispetto a Caesar III e credo proprio che proverò almeno ad iniziare il tutorial. Penso sia davvero arrivato il momento giusto, proprio mentre stavo prendendo un periodo di riflessione da Caesar III che, almeno in questo ambiente, pare invitare a controllarne lo sviluppo attraverso mere formule matematiche.
Penso che re-iniziare con una versione "vergine" del gioco potrebbe essere produttivo per il mio relax


Edit: installato Caesar IV... forse la notte sarà più lunga di quanto preventivato

_________________
(MaG)

__________________________________________________
Prima di chiedere hai fatto una ricerca con la funzione SEARCH?
Prima di postare ha verificato di essere nella rubrica giusta?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Marcio Sfigato
Consul
Consul
avatar

Vergine Gallo
Numero di messaggi : 2114
Età : 60
Località : Roma
Data d'iscrizione : 17.01.08

MessaggioTitolo: Re: Considerazioni su Caesar IV   Ven 31 Dic 2010 - 3:43

Infatti MaG, la mia impressione è proprio quella che Caesar IV sia più facile rispetto a Caesar III, anche se ho giocato probabilmente la carriera meno complicata. Il fatto stesso che, nonostante la mia proverbiale lentezza, io abbia concluso 12 mappe in un mese e mezzo, senza ritmi di gioco forzati, la dice lunga. Piutttosto il mio problema è stato quello di giocare, all'inizio e finché non ho capito alcune cose, con in testa schemi e tattiche di Caesar III...

_________________


Prima di chiedere hai fatto una ricerca con la funzione SEARCH?
Prima di postare hai verificato di essere nella rubrica giusta?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
MaG
Moderator
Moderator
avatar

Scorpione Tigre
Numero di messaggi : 3000
Età : 54
Località : Roma
Data d'iscrizione : 01.03.08

MessaggioTitolo: Re: Considerazioni su Caesar IV   Ven 7 Gen 2011 - 22:24

Finita la prima parte dell'addestramento: i cinque incarichi del Regno. Prima di iniziare la seconda parte, la Repubblica, mi abbandono a qualche considerazione assolutamente personale.
All'inizio mi sono letteralmente perso nella grafica. Certo, ormai si vede di meglio, tuttavia il paragone con Caesar III è impietoso. Ho provato a visualizzare il livello-strada ed avanzare passeggiando virtualmente tra i vicoli, sotto i portali, scrutando nelle fabbriche, interrogando i passanti ed ascoltando i rumori circostanti: semplicemente f-a-n-t-a-s-t-i-c-o. Vedere le cave d'argilla coi lavoranti che usano la pala e la carriola, i boscaioli che abbattono gli alberi, che poi ricresceranno, trascinandoli via, i fabbri dell'armeria che affilano le lame appena prodotte, i portuali che ammassano le merci sul molo, i vasai che modellano l'argilla e che nei momenti di pausa, in attesa delle forniture, infornano e poi mangiano la pizza (!), osservare l'evoluzione delle abitazioni i cui occupanti erigono vere e proprie impalcature mentre costruiscono un piano aggiuntivo, percepire lo scorrere del tempo scandto dal sorgere del sole, in cui il cielo si colora di rosso, e poi dal tramonto che getta nelle tenebre la città o addirittura osservare fulmini, tuoni e temporali: c'è da perdersi.
Terminato il primo sbigottimento si inizia a giocare. Serve un po' di tempo per imparare a padroneggiare coi comandi. Alcune cose sono proprio li dove ti aspettavi fossero, altre invece bisogna andare a cercarle ma del resto è un altro gioco e non si dovrebbe prendere a modello la versione precedente anche se è impossibile non farlo.
La prima impressione negativa è la voce di Cesare, tutt'altro che imponente e marziale. Si poteva senz'altro fare di più.
La seconda impressione negativa è la musica di sottofondo che a mio parere è meno solenne, meno trascinante e molto più ripetitiva. La prima azione quindi è stata quella di limitarne il volume al minimo e poi escluderla del tutto.
La terza impressione negativa ma forse è un retaggio del vecchio III, è che il gioco tridimensionale rallenta e complica non poco l'edificazione della città: si rischia facilmente di essere ingannati dalla prospettiva e di piazzare un edificio non esattamente nel punto desiderato. In questo caso è' d'obbligo giocare con la sola vista dall'alto.
Di positivo c'è senz'altro, oltre all'aspetto grafico che è solo un contorno, la precisa gestione dei magazzini. Finalmente si può decidere come utilizzarli, quali e quante merci stipare. Stessa regola vale per i mercati, ora diversi in base alla loro specializzazione, decidendo a chi vendere cosa. Senz'altro più realistico.

Per il momento mi fermo qui, proverò ad addentrarmi nella carriera cercando di sviluppare quegli automatismi necessari a rendere maggiormente fluido il mio sistema di gioco e nella speranza di essere colpito da un vera scintilla di interesse che finora non è ancora scoccata.

_________________
(MaG)

__________________________________________________
Prima di chiedere hai fatto una ricerca con la funzione SEARCH?
Prima di postare ha verificato di essere nella rubrica giusta?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Servius Sertorius
Praetor
Praetor
avatar

Sagittario Serpente
Numero di messaggi : 1706
Età : 27
Località : Velitrae
Data d'iscrizione : 27.08.08

MessaggioTitolo: Grazie Marico!   Gio 13 Gen 2011 - 9:11

Ho appena finito di leggere questo interessantissimo e meritevole contributo di Marcio Sfigato. Grazie Marcio!
Più sintetici di così non si poteva essere. Sei riuscito a mettere in risalto con estrema efficacia tutte le differenze importanti tra Caesar IV e il suo predecessore. Sono abbastanza sicuro che non comprerò mai il gioco poiché sono ormai troppo abituato a giocare con Caesar III e a risolvere tutti i suoi soliti matematicissimi problemi!

Grazie, grazie e ancora grazie!

_________________
Supremo Nobilissimo Maestro
Della Scuola Sertoriana D'Arte Urbanistica Caesariana Terza


SNMDSSDAUCT

SERVIUS SERTORIUS
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Mattia Flavio Vespasiano
Quaestor
Quaestor
avatar

Numero di messaggi : 217
Località : Appennino Bolognese
Data d'iscrizione : 13.07.11

MessaggioTitolo: Re: Considerazioni su Caesar IV   Lun 13 Ago 2012 - 1:30

vecchiotto il post...

comunque veniamo a me:

NO a:
1) vetro (non è realistico: il vetro era iperprezioso e solo i ricchi l' avevano!)
2) case diverse tra equites e plebei
3) uff... non c'è la casa piccola! mi piaceva! lol!
4) Foro che governa la giustizia (era meglio il senato, ma va bene così)
5) allevamenti di mucche!
6) Nativi (Barbalunga si è arrabbiato lol! )
7) Auditorium (non penso che esistevano nell' antica roma scratch )

sì a:
1) cittadini (veri,eh!) che cercano quello che hano bisogno e non servono i servizi a domicilio
2) grafica migliore (eh sì)
3) no alle tendopoli e ai campeggi!

se io ero all' impressions... (cosa implementavo)
1) panificio (i romani antichi non lo facevano mai in casa)
2) lupanare... (tra le strutture d' intrattenimento!)
3) schiavi (vedi il post sulle cose da aggiungere a caesar III)

P.S: Bacco e i programmatori hanno cambiato le botti di vino antipatiche a vitellio?

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Mattia Flavio Vespasiano
Quaestor
Quaestor
avatar

Numero di messaggi : 217
Località : Appennino Bolognese
Data d'iscrizione : 13.07.11

MessaggioTitolo: Re: Considerazioni su Caesar IV   Mar 14 Ago 2012 - 8:10

be'...
per i cittadini...
è comodo ma ti toglie quel pepe che ti metteva il 3:
cercare di fare i mercati ecc. ecc. in punti strategici...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Governator Dianensis
Quaestor
Quaestor
avatar

Gemelli Cavallo
Numero di messaggi : 301
Età : 27
Località : Teggiano (SA)
Data d'iscrizione : 07.01.11

MessaggioTitolo: Re: Considerazioni su Caesar IV   Mar 14 Ago 2012 - 20:30

Mattia Flavio Vespasiano ha scritto:
be'...
per i cittadini...
è comodo ma ti toglie quel pepe che ti metteva il 3:
cercare di fare i mercati ecc. ecc. in punti strategici...

eh sì però è più realisticio così...è una delle cose in cui il IV è migliore del III...a parte il realismo, in effetti ha più pepe e fascino il III, in tutto...

_________________
GOVERNATOR DIANENSIS
- MAGNIFICO RETTORE DELLA RINATA "UNIVERSITAS DIANENSIS" -

ACCADEMIA DIANESE DI REALE URBANISTICA CESARIANA
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Mattia Flavio Vespasiano
Quaestor
Quaestor
avatar

Numero di messaggi : 217
Località : Appennino Bolognese
Data d'iscrizione : 13.07.11

MessaggioTitolo: Re: Considerazioni su Caesar IV   Mer 15 Ago 2012 - 0:42

il realismo? cioè, secondo te gli equites avevano bisogno del VETRO?

solo i patrizi più ricchi avevano il vetro!
e invece come prodotti 'esotici' per i soli patrizi c'è il miele...

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Governator Dianensis
Quaestor
Quaestor
avatar

Gemelli Cavallo
Numero di messaggi : 301
Età : 27
Località : Teggiano (SA)
Data d'iscrizione : 07.01.11

MessaggioTitolo: Re: Considerazioni su Caesar IV   Mer 15 Ago 2012 - 22:31

Mattia Flavio Vespasiano ha scritto:
il realismo? cioè, secondo te gli equites avevano bisogno del VETRO?

solo i patrizi più ricchi avevano il vetro!
e invece come prodotti 'esotici' per i soli patrizi c'è il miele...


parlavi del fatto che sono loro che vanno al mercato e non viceversa...non serve più fare i mercati in punti strategici, come hai detto tu...io quello ho sottolineato...non ho parlato di vetro...per quello che mi riguarda sono compiaciuto del fatto che ci siano così tanti nuovi prodotti...quali siano i destinatari poi potremmo star qui a parlare all'inifinito sollevando sottigliezze giuste ma poco utili in Caesar (come abbiamo fatto io e Goldenaxe in un discorso che nessuno di voi conoscerà mai! )...

...o ricordo Fabiko quando disse che a Luceria non ci volevano le torri e le fortificazioni...
sono sottigliezze giuste ma poco utili...
vero Goldenaxe?

_________________
GOVERNATOR DIANENSIS
- MAGNIFICO RETTORE DELLA RINATA "UNIVERSITAS DIANENSIS" -

ACCADEMIA DIANESE DI REALE URBANISTICA CESARIANA
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Goldenaxe
Praetor
Praetor
avatar

Scorpione Ratto
Numero di messaggi : 1372
Età : 44
Località : Littoria
Data d'iscrizione : 23.03.10

MessaggioTitolo: Re: Considerazioni su Caesar IV   Gio 16 Ago 2012 - 0:42

Non so di cosa stai parlando

_________________
"Non prendete la vita troppo sul serio comunque vada non ne uscirete vivi"

UNITI CONTRO GLI ONEIROI!

'STA CEPPA!



Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.connessioni.it
Governator Dianensis
Quaestor
Quaestor
avatar

Gemelli Cavallo
Numero di messaggi : 301
Età : 27
Località : Teggiano (SA)
Data d'iscrizione : 07.01.11

MessaggioTitolo: Re: Considerazioni su Caesar IV   Gio 16 Ago 2012 - 1:05

Goldenaxe ha scritto:
Non so di cosa stai parlando

ah beh nemmeno io lol! lol! lol!

_________________
GOVERNATOR DIANENSIS
- MAGNIFICO RETTORE DELLA RINATA "UNIVERSITAS DIANENSIS" -

ACCADEMIA DIANESE DI REALE URBANISTICA CESARIANA
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Considerazioni su Caesar IV   

Tornare in alto Andare in basso
 
Considerazioni su Caesar IV
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Vai alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Considerazioni Carnefici e artigli stritolanti
» Orchi e goblin 2.000 punti Primo tentativo e considerazioni
» Considerazioni Esercito Orchi e Goblin 8a edizione
» Considerazioni sulle ultime scelte editoriali GW
» grandi considerazioni sul caos

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Caesar3.it - Forum di discussione :: Caesar IV-
Andare verso: